Utilizziamo i cookies per garantire il funzionamento corretto del sito, per analizzare i dati di traffico e le campagne di marketing.
Continuando la navigazione nel sito, esprimi il tuo consenso all’uso dei cookies. Maggiori informazioni
Chiudi

Il tuo carrello è vuoto.
coupon
Cerca nel Sito

Come mantenere una postura corretta al pc

Una corretta postura davanti al pc può prevenire una serie di disturbi che compaiono quando assumiamo comportamenti dannosi per periodi prolungati

postura corretta al pc

Quando ci sediamo davanti al computer per lavoro o per svago spesso trascorriamo molte ore nella stessa posizione e tendiamo ad “imbalsamarci”, dimenticando di avere un corpo con le sue esigenze e i suoi equilibri. Invece, adottare la postura corretta al pc è di fondamentale importanza.

Se non si mantiene una postura corretta davanti al pc, a lungo andare possono insorgere problemi alla colonna, dolori al collo, affaticamento della vista, disturbi ai polsi e ai gomiti.

 

Per questo motivo, è importante fare un po’ di attenzione e seguire qualche piccolo accorgimento.

 

Vediamo quali sono i principali:

 

  • Cercare di mantenere la schiena dritta. Un consiglio non dei più semplici. Si sa, infatti, che dopo un po’ di attenzione iniziale, la nostra postura tende a rilassarsi e ad assumere posizioni sbagliate. Ma per combattere questa tendenza inevitabile qualcosa si può fare: in particolare, si può cercare di colmare il vuoto che si viene a creare tra la schiena e lo schienale della propria sedia inserendo un cuscino nella zona dorsale. In questo modo la posizione risulterà molto più confortevole da tenere.

  • Interrompere spesso le posizioni fisse e alzarsi. Durante le lunghe sessioni di lavoro al computer è di vitale importanza spezzare la monotonia con qualche pausa salutare, da trascorrere rigorosamente lontano dalla propria postazione. Si consiglia di fare pause di 10-15 minuti ogni 2 ore. Durante lo stacco è consigliabile fare due passi, sgranchire le articolazioni e prendere una boccata d’aria all’aperto, se è possibile.

  • Posizionarsi alla scrivania in modo tale da tenere il busto eretto, le spalle rilassate, le braccia ad angolo retto con i gomiti all’altezza del tavolo e i piedi poggiati per terra (meglio evitare di accavallare le gambe e di sporgersi troppo in avanti con il busto).

  • Oltre a collo, spalle e schiena, possono risentire del lavoro prolungato al pc anche i polsi e i gomiti. Anche in questo caso, è consigliabile muovere ogni tanto la mano e le dita.

 

Piccoli consigli facili da mettere in pratica che possono aiutare a prevenire i disturbi tipici dei lavoratori che trascorrono le loro giornate avvinghiati alle loro scrivanie. Con un po' di attenzione in più mantenere una posizione corretta al pc si rivelerà subito più semplice e, con l'abitudine, verrà anche naturale.

Buon Lavoro!